Divino Amore, filo diretto con Panama

Divino Amore, filo diretto con Panama

08 Gennaio 2019 Giovani

Notte di preghiera sabato 26 gennaio per unirsi alla XXXIV Gmg con il Papa. Don Antonio Magnotta (Servizio diocesano Pastorale giovanile): «Sarà un momento forte di fede»

Vivrà l’esperienza della Gmg anche chi resterà a casa. Mancano poco più di due settimane alla XXXIV Giornata mondiale della gioventù che si terrà a Panama dal 23 al 28 gennaio. Milioni i ragazzi che raggiungeranno la Capitale dell’omonimo stato del Centro America da ogni parte del mondo. Per chi sarà impossibilitato a volare oltre oceano, il Servizio per la pastorale giovanile della diocesi di Roma ha organizzato un’intensa notte di preghiera, catechesi, meditazioni, musica, in attesa di seguire in diretta la veglia con Papa Francesco che si terrà nel Campo San Juan Pablo II – Metro Park.

Sabato 26 gennaio i ragazzi romani si ritroveranno a partire dalle 20.30 nel santuario del Divino Amore, location individuata per l’evento per richiamare il tema della Gmg scelto da Bergoglio da un passo del Vangelo di Luca: “Ecco la serva del Signore; avvenga per me secondo la tua parola”. I vari eventi in stile Gmg si alterneranno tra l’auditorium e il santuario nuovo. «Vogliamo far vivere l’esperienza della Giornata mondiale anche a chi non potrà recarsi a Panama – spiega don Antonio Magnotta, direttore del Servizio diocesano per la pastorale giovanile -. Sarà un momento forte di fede e di condivisione, di incontro tra giovani condito con tutti gli ingredienti dell’evento mondiale a partire dagli spettacoli alternati da catechesi e momenti di preghiera. Una lunga notte di comunione fraterna alla quale invitiamo tutte le realtà giovanili della diocesi».

Prevista la partecipazione di oltre 400 ragazzi. Primo appuntamento della serata, il debutto dello spettacolo sulla Vergine Maria messo in scena dalla compagnia della Holy Dance, Scuola di danza cristiana di suor Anna Nobili, nota per i suoi recital di evangelizzazione. A seguire si terrà una lectio divina sul brano dell’Annunciazione a cura del Servizio diocesano per la pastorale giovanile. La meditazione sarà l’anticamera dell’adorazione eucaristica. I giovani si sposteranno quindi in chiesa dove ci saranno sacerdoti disponibili per le confessioni. A mezzanotte, ora italiana, si ritornerà in auditorium per seguire in diretta da Panama la veglia dei giovani con Papa Francesco. La festa proseguirà con il concerto della rock band cristiana Kantiere Kairòs che animerà anche i canti durante l’adorazione. Don Francesco Fiorillo, del monastero San Magno di Fondi, terrà una meditazione a partire da alcune parole rivolte da Papa Francesco, come l’invito a essere sempre testimoni credibili tra i loro coetanei.

«Vogliamo far comprendere ai giovani la bellezza che scaturisce dal sì a Dio – conclude don Antonio -. Non bisogna mai far tacere il bene e i giovani, con le loro energie e il loro entusiasmo, devono avere il coraggio di trasmettere il Vangelo con autenticità». Al termine della riflessione con don Fiorillo, i ragazzi saranno divisi in gruppi per condividere le emozioni vissute durante la lunga notte. In chiusura, alle 5.30, il cardinale vicario Angelo De Donatis celebrerà la Messa.

Ufficio per la Pastorale Giovanile
della Diocesi di Roma

Piazza Giovanni Paolo II, 6 - 00184 Roma
06 69886447
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscriviti alla Newsletter

Invalid Input
Invalid Input
Autorizzazione necessaria
Autorizzazione necessaria

Copyright 2018 - Tutti i diritti riservati - Powered by Nova Opera