Il servizio ai ragazzi e ai giovani. Agenda pastorale 2017/18

19 settembre 2017 - don Antonio Magnotta

don AntonioLe preziose parole di Papa Francesco al nostro Convegno Diocesano dello scorso 19 Giugno  incoraggiano il servizio di chi è chiamato ad accompagnare i ragazzi e i giovani della nostre comunità; vi s’individua, infatti,  una traccia essenziale, indispensabile  che ci può sostenere nel crescere in un pensiero e un atteggiamento più maturo, meno frammentato,  più condiviso nel definire il perimetro, il metodo e la stessa concezione della pastorale giovanile.
L’espressione “generare legami, trovare radici” che il Papa ha utilizzato nella Sua relazione mi appare sempre più gustosa alle labbra e nel cuore e dona tanto conforto! Il rischio, infatti, quando si parla della cura pastorale dei ragazzi è di mettere subito in moto un’effervescente creatività che, seppure necessaria, ci può far perdere dove collocare i nostri ragazzi e da quale osservatorio far nascere gli obbiettivi e i percorsi da compiere con loro.
Oggi più che mai è la corale attenzione di una comunità il linguaggio credibile di una sana pastorale giovanile; è evidente che questo linguaggio non ha l’effetto del risultato visibile, conosciamo la difficoltà stessa nell’affidare a questa coralità la cura dei giovani e dei ragazzi, sappiamo anche che un certo individualismo allontana gli stessi ragazzi dall’esperienza ecclesiale ma siamo convinti, come ci ricorda il Papa, che “quando non ci sono radici, qualsiasi vento finisce per trascinarti”. 
Vogliamo così accogliere la sfida di “generare legami, trovare radici, dove far crescere quella rete vitale che ci permette di sentirci “casa” (Papa Francesco).
Si tratta di non scoraggiarci se i ragazzi circolano nell’atrio delle nostre comunità: forse dobbiamo saper accendere “itinerari dell’atrio”, saper stare nell’atrio delle nostre parrocchie e non pretendere, anche in vista del Sinodo, di avviare un ascolto dove le domande e le risposte sono già confezionate.
La Pastorale Giovanile sia capace di provocare la maturità delle nostre comunità e s’impegni a generare soprattutto “educatori spinti dall’amore e dalla passione di far crescere in loro la vita dello Spirito di Gesù, di far vedere che essere cristiani esige coraggio ed è una cosa bella” (Papa Francesco).
Con questi sentimenti v’invito ad accogliere il piccolo servizio che desideriamo offrire in questo nuovo anno pastorale ai ragazzi, ai loro animatori e ai nostri giovani,

don Antonio Magnotta
Direttore del Servizio Diocesano per la Pastorale Giovanile

Per maggiori informazioni consulta l'agenda pastorale 2017/18:

PDF Agenda pastorale giovanile 2017/2018 (PDF 5 Mb)